Involtini alla Romana

  • 8 fettine di manzo
  • 8 fettine di prosciutto crudo
  • 2 carote
  • Sedano q.b.
  • 350 ml di passata di pomodoro
  • Vino bianco q.b.
  • Olio extravergine d'oliva q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

Un piatto robusto della domenica. Gli involtini alla romana sono molto gustosi e potete utilizzare il sugo per condire un buon primo. In questa versione, infatti, gli involtini sono arricchiti dalla salsa di pomodoro, come si usava spesso fare nella tradizione contadina, dove il sugo veniva riutilizzato per la pasta. Solitamente viene usata la carne di manzo, più adatta alle cotture lunghe.
 

Battete le fettine di manzo e disponetevi sopra una fettina di pancetta, dei tocchetti di sedano, dopo aver liberato le coste da eventuali filamenti, e qualche strisciolina di carota; salate e pepate leggermente.

 

Arrotolate le fettine e legatele con qualche giro di filo bianco da cucina oppure appuntatele con un paio di stecchini. Scaldate dell’olio e fate soffriggere un trito fine di cipolla; aggiungete gli involtini e fateli rosolare bene da ambo i lati; versate il vino bianco e lasciate che evapori; versate i pomodori pelati rompendoli con un cucchiaio; regolate di sale e pepe, abbassate la fiamma e portate a cottura come fosse uno stufatino.

 

In primavera, come ripieno potrete usare uno spicchio di carciofo e del prosciutto; in estate, per avere un piatto più leggero, sostituite la carne di manzo con pollo o vitello; in inverno usate invece carne di maiale.